fbpx

Furti e ammanchi inventariali, che fare?

Il 70% dei furti in azienda (come risulta dalle indagini svolte negli anni), vengono commessi da dipendenti, da collaboratori o comunque da soggetti che hanno titolo per venire in contatto con la merce che sparisce. Il titolare dell’azienda spesso si sente impotente davanti a queste situazioni e teme di poter essere perseguibile improvvisando sistemi di controllo fai da te.


Hai dei dubbi su un tuo dipendente o collaboratore?


Controllo furti dipendenti

Il datore di lavoro deve sapere che la legge gli consente di effettuare quelli che vengono definiti “controlli difensivi” (per prevenzione furti), ovvero controlli diretti a verificare quanto sta accadendo all’interno della propria attività, dando incarico a soggetti autorizzati (istituti di investigazione privata).

Il furto può essere commesso con diverse tecniche, non sempre il responsabile fa sparire il prodotto, talvolta svolge la vendita senza emettere ricevuta o scontrino per poi intascare il denaro ricevuto senza depositarlo in cassa, altre volte ha dei complici esterni all’azienda che lo aiutano nel furto, la casistica è estesa e le tecniche svariate.

Capita praticamente ad ogni azienda, prima o poi,  di imbattersi in un problema di ammanchi inventariali,  di furto con destrezza (rientrano in questa categoria anche le sparizioni che avvengono nelle borse o nei portafogli dei colleghi) o di  mancata emissione di ricevuta. L'azienda può anche pensare alla prevenzione furti oltreché ad arginare il problema qualora sussista.


Controlli difensivi

I controlli difensivi però, devono obbligatoriamente rispondere a queste caratteristiche:

  • il controllo deve essere temporaneo, ovvero gli strumenti impiegati per rilevare il problema possono essere predisposti per un periodo limitato di tempo
  • il controllo deve essere rivolto ad un soggetto specifico, per predisporre il quale è sufficiente anche un solo  sospetto che il datore di lavoro voglia verificare.

Perchè un investigatore privato?

L’investigatore privato è il soggetto giuridico idoneo a ricevere un mandato,  finalizzato allo specifico accertamento, poiché il conferimento d’incarico per sua natura ha una durata ed ha un oggetto determinato.

Inoltre le indagini possono essere eseguite esclusivamente da un istituto di investigazioni private, soggetto dotato di licenza che consente di ottenere informazioni su terze persone (definita acquisizione di informazioni presso terzi), anche per uso commerciale, senza violare la normativa relativa al trattamento dei dati o il Tulps.

L’investigatore intervenendo, in accordo con il direttore dell’azienda, impiega metodi e strumentazioni specifiche per il singolo caso. È importante affidarsi ad un investigatore che conosca la normativa, infatti non tutte le indagini svolte per individuare e perseguire un reato sono pienamente lecite.

L’esperienza della Sasso e Gobbi nel settore del diritto commerciale e penale nel rapporto con il diritto del lavoro gli ha consentito negli anni di portare a termine operazioni eccellenti nella piena tutela dell’azienda cliente.

Hai dei dubbi su un tuo dipendente o collaboratore?

Call Now Button
WhatsApp chat