fbpx

Stalking: difendersi dagli atti persecutori

Lo stalking è un reato definito dall'art. 612 bis del codice penale (reato di "atti persecutori") come una forma di persecuzione verso una specifica persona, con il fine di entrarvi in contatto.


Vuoi difenderti da uno stalker?


La denuncia per stalking

Trovare la forza di denunciare lo stalker che ti sta perseguitando è un passo molto importante.

Purtroppo però le forze dell'ordine, pur prendendo molto seriamente questo tipo di minaccia, non hanno possibilità di azione in assenza di prove. Spesso le indagini svolte per questo tipo di denuncia risultano inefficaci per questioni di tempo e di budget.

Per avere una sicurezza maggiore sul risultato è utile rivolgersi ad un investigatore privato, che ha gli strumenti e le possibilità di raccogliere le prove del reato commesso. Sasso e Gobbi documenta in modo preciso e metodico tutta l'indagine, consegnando il risultato al cliente in modo tale che non rimanga alcun dubbio su quanto accade.

Chi è vittima del reato di stalking può ottenere, attraverso le dovute formalità:

  • ordini restrittivi
  • condanne per il reato di atti persecutori
  • allontanamenti forzati
  • risarcimento del danno


Il reato di stalking

Tipicamente lo stalker mette in atto comportamenti ossessivi e intimidatori. Questi comportano forti implicazioni psicologiche nella vittima, che si trova costretta a cambiare la propria vita per sfuggire alle attenzioni moleste dello stalker.

Per chi si sente vittima del reato di stalking esiste uno strumento utile per valutare la severità delle condotte dello stalker: l’ORI (Obsession Relational Intrusion), composto da 28 voci, ognuna con un punteggio da 0 a 5.

In Italia è inoltre stata introdotta una scala che permetta di stimare l’impatto che tali comportamenti hanno sulla vittima.

Perché si configuri il reato di stalking è necessario che sussistano, anche solo in parte, una serie di atteggiamenti e condizioni comprovabili:

  • Atteggiamenti persecutori rivolti ad una specifica persona
  • Intrusioni indesiderate
  • Azioni che provocano paura nella vittima
  • Atti  che costringono la vittima a cambiare abitudini di vita
  • Ricerca di attenzione e contatto inappropriate
  • Appostamenti per sorvegliare i comportamenti della vittima
  • Minacce e aggressioni fisiche e psicologiche


Riconoscere lo stalking in 7 passaggi

Di seguito si riportano 7 caratteristiche che permettono di identificare immediatamente un caso di stalking:

  • La minaccia della sfera privata, spesso i momenti peggiori per le vittime si verificano nella propria abitazione o nei dintorni
  • La vittima è posta in condizione di inferiorità
  • La frequenza di almeno 10 episodi in 4 settimane
  • Le azioni compiute rientrano spesso tra queste: telefonate o messaggi ossessivi, appostamenti o pedinamenti, danni ad oggetti di proprietà della vittima, invio di oggetti tesi a spaventare, molestie sia a distanza che a contatto, violenza di tipo fisico, psicologico o danni economici e sociali
  • I comportamenti persecutori vengono ripetuti più volte
  • Successione di 4 fasi: (1) la relazione inizia prendendo una piega conflittuale per poi (2) sfociare in vere e proprie azioni persecutorie. (3) La reazione della vittima porta all'ultima fase (4) di scontro finale
  • Le azioni sono svolte con intento persecutorio, sia che partano da una motivazione affettiva che da una distruttiva


Un caso risolto:

Sasso e Gobbi Investigazioni interviene in un caso di stalking a difesa di una donna perseguitata dall'ex fidanzato. Dopo aver denunciato l'accaduto ai carabinieri della zona la signora decide di rivolgersi alla nostra società dal momento che non riesce ad ottenere una protezione immediata e concreta dopo la sua denuncia.  L’ incarico è volto a raccogliere prove riguardo agli appostamenti dell’indagato sotto l’appartamento della nostra cliente. Attraverso l’utilizzo di un apparato GPS è stato possibile dimostrare che lo stalker la perseguitava con ripetuti passaggi sotto l'appartamento (ne sono risultati più di 100 in 5 giorni, con soste superiori ai 10 minuti), anche in orari notturni.

Grazie a queste prove la donna ha potuto ottenere una misura cautelare di ordine restrittivo e la condanna dell'uomo per il reato di atti persecutori.

Se ti senti vittima di atti persecutori o hai la sensazione di esserlo, Sasso e Gobbi può aiutarti a fare chiarezza e a combattere il reato.

Vuoi difenderti da uno stalker?

Call Now Button
WhatsApp chat